FAIL (the browser should render some flash content, not this).
  La chiesa
La Storia di Valli
Foglietti parrocchiali
I video della parrocchia
  Gruppi parrocchiali
  Utilità
Homepage
Dove siamo
Aggiungi ai preferiti
Contatti via e-mail
Meteo Chioggia
Siti Amici
  Diocesi di Padova
News - appuntamenti
Calendario



Materiale di formazione per animatori del Grest



In questa pagina abbiamo raccolto materiale formativo derivato dall'esperienza di animazione del Grest 2011.

La relazione educante, la relazione comunicante.   Perche animare?

IL DECALOGO DELL'ANIMATORE

Volere bene ai ragazzi
Volere bene non significa tanto fare smancerie o semplice simpatia nei loro confronti (nel senso oggi tu mi piaci, mentre domani, se mi fai arrabbiare, può darsi che mi diventi antipatico) il voler bene è soprattutto un atto di volontà. E' una posizione a priori: indipendentemente da chi sei ti voglio bene o ce la metto tutta per volertene.
E' un lungo percorso quello ci porta a voler bene a i ragazzi e alle loro storie.


Stare volentieri coi ragazzi
Cioè non fare sentire loro che siamo lì temporaneamente, come in "prestito", e che abbiamo una cosa più importante da andare a fare da un momento all'altro. Appassionarsi a ciò in cui siamo immersi come se fosse sempre la cosa più importante del mondo per me.


Non agire mai a titolo personale
Anche se in certe occasioni siete soli con i ragazzi, rappresentate in ogni momento Cristo, la Chiesa, la comunità parrocchiale, i vostri compagni di equipe.


Non stancarsi se qualche volta c'è da allacciare le scarpe ai ragazzi
Il gesto di "allacciare le scarpe" a un ragazzo implica il chinarsi, il mettersi in ginocchio di fronte a lui. E' simbolo di un atteggiamento di servizio che ci ricorda che è sempre il ragazzo al centro del processo educativo. E ci rammenta che bisogna fare un po' di fatica e sacrificio, mettendo da parte alcune nostre certezze o il nostro orgoglio.

Dedicare tempo ai ragazzi
Al di là della personalità e della comunicatività che ogni animatore possiede, i ragazzi stanno volentieri con chi dedica loro tempo. Ne subiscono il carisma e lo imitano, lo cercano, anche se in apparenza non è così.
Purtroppo ciò accade anche negativamente.

Dare un nome ed un cognome nella vita ai componenti del proprio gruppo
Per educare è essenziale conoscere la storia di chi vogliamo educare, da che famiglia proviene, la cultura, la sua personalità. Se li conoscessimo sapremmo meglio orientare il nostro sforzo. Ecco l'importanza di ricavare continui spazi di aggiornamento anche al termine della giornata di attività.

Essere sprint-gioiosi
I ragazzi guardano soprattutto al "vestito" che indossiamo quando stiamo con loro. Se noi siamo contenti (una contentezza non superficiale ma che viene dal profondo del cuore) non possiamo che essere "contagiosi".
E poi quello che conta è lo spirito. Se siamo "sprint", viviamo la vita e non ci "lasciamo vivere", siamo spinti a creare amore intorno a noi e avere anche la forza di rischiare per rendere grande un ideale.
In questo facciamoci aiutare dai animatori più grandi, dal don.

Non vergognarsi
A fare cose strane, come balli, imitazioni di animali, ecc.; o ad essere uno dei pochi che compie la scelta di stare con i ragazzi meno popolari, andando un po' controcorrente.

Avere voglia di migliorarsi
Nel canto, nel ballo, nell'imparare nuovi giochi, nuove tecniche espressive, aumentare le proprie competenze, ecc. Se l'animatore rappresenta un fondamentale strumento educativo, più lo strumento è efficiente, "lustro" e qualificato, e più il suo "uso" sarà incisivo!

Pensare che è meglio fare troppo che pentirsi di non aver fatto
L'animatore non deve essere una presenza passiva, che subisce le iniziative e le attività. Non abbiate paura a "lanciarvi"... anche se qualche volta non centrerete alla perfezione l'obiettivo. Una cosa è certa: chi non agisce non sbaglia mai...


FAIL (the browser should render some flash content, not this).
 
News ed Eventi a
Valli di Chioggia


19/03/2018
Giornata Missionaria Straordinaria a Conche
Domenica 11 Marzo 2018

19/03/2018
Giornata Missionaria Straordinaria a Valli
Domenica 18 Marzo 2018

31/01/2018
CARNEVALE A CONCHE
DOMENICA 4 FEBBRAIO ORE 15:00

10/12/2017
CONCORSO PRESEPI 2017
COME PARTECIPARE.

10/12/2017
PASTORELLA 2017
PROGRAMMA delle Serate











Siti cattolici

-

Seminario di Padova

-

Museo diocesano

-

Villa Immacolata

-

Qumran

-

AC diocesana Padova

Parrocchia di Valli di Chioggia   -   Tutti i diritti riservati ©   |   Webmaster  Mauro Cognolato